Ciao, Giorgio!

12.03.2021

Si è conclusa oggi, a Giogoli (FI), la meravigliosa esistenza di don Giorgio Mazzanti, prete, teologo... un uomo di straordinario spessore che lascia una traccia indelebile nel cuore di chi lo ha conosciuto e amato, come chi qui ne scrive. A lui, che resterà vivo sempre nel cuore di chi lo amato, il nostro piccolo tributo.

È terminata la grande tribolazione
la grande prova che ti ha vagliato
e ti ha trovato
instancabilmente fedele
sotto ammassi di dolore e tortura
appassionatamente
attaccato al mio nome
dentro ogni versamento di sangue
dentro ogni soffocamento.

Come è glorioso ora
il tuo volto matido d'amore
che sommuove tutte le mie viscere
quasi che l'infinito spazio
non contenga l'infinita gioia.

Ma ora tutto è finito
e ho spalancato
le immense radure
della festa e della gloria
per te che sei passato
attraverso la grande prova
l'estenuante battaglia.

Lascia ora
la terra e il mare di prima,
sali su queste nuvole plaghe
di risurrezione
nata nelle doglie della Croce
al centro del mondo
al centro della storia
e al suo inizio e compimento.

Sono petali d'eterno
e profumi di immortalità
quelli che ti accolgono,
è tutto il cielo
che batte le mani.

Intonate tutti
il canto della vittoria
danzate i passi del trionfo
e tripudiate di gioia
con tutto il cielo
con tutto il divino.

Riguardate tempi e volti
questa lunga fila della storia
che si snoda e va
verso la luce
dello Sposo e della Sposa
che si cercano sulle nubi.

Non sentite la musica
della certa promessa?

Oh! Danzate,
danzate anche voi
dopo la valle della morte
fate festa anche voi
dopo i lutti e i lamenti.

Oh! Danzate,
danzate la festa del cuore,
e la luce.

Arrivederci in Cielo, caro Giorgio.