L'acqua nel catino...

01.04.2021

Cercherò di ascoltare, 
di fronte all'altare della reposizione,
lo scroscio delle gocce d'acqua nel catino della lavanda dei piedi
e l'eco dei passi nel Getsemani.
Vorrei che mi accompagnassero,
nella tarda serata del venerdì santo, 
le grida della folla accecata,
il pianto delle donne, i colpi sordi della crocifissione.
Soprattutto, però, cercherò di non perdere
neppure un frammento del silenzio abissale del sabato santo,
passaggio obbligato perché l'Alleluja della notte di Pasqua possa esplodere.
Sarà musica, allora, il crepitare del fuoco nel braciere,
il fluire dell'acqua nel fonte.
Saranno un canto di gioia anche gli auguri pasquali
che ci scambieremo innumerevoli ma ciascuno diverso.
Ciascuno unico, perché figlio del silenzio.

©Produzione riservata

Unisciti al nostro canale Telegram, resta in contatto con noi, clicca qui