L'odissea dell'ufficio postale di Venafro

22.03.2021
In tempo di Covid, quando a tutti è chiesta prudenza, quando si chiede di evitare assembramenti e per questo si interviene anche con pesanti sanzioni.... Fa specie che proprio il servizio pubblico non sia in grado di garantire i cittadini... E così capita che in un paese di circa 13.000 anime, con un solo ufficio postale... siano operativi nelle prime ore del pomeriggio (quando moltissimi approfittano della pausa pranzo per sbrigare faccende amministrative o di utenze) solamente due impiegati... e che in oltre 40 minuti si servano appena due persone, tra i fortunati a poter effettuare la prenotazione... mentre la fila, soprattutto di coloro che quella possibilità non la hanno, cresce a dismisura e l'assembramento è inevitabile...

E allora va bene invitare tutti alla prudenza... Ma forse il servizio pubblico avrebbe bisogno decisamente di una organizzazione più adeguata

E si ripropone il tema, ormai vecchio di anni, della necessità di potenziare il servizio postale in una cittadina che non può continuare ad essere codiderata alla stregua di un paesino... e alla quale sempre di più vengono tagliati servizi, anche essenziali...