...Seguiterò a sorridere...

11.02.2021

Io, però, seguiterò a sorridere. Quando raggiungerò un villaggio noto, vi entrerò da una strada diversa e sorriderò alla gente. Gli abitanti si diranno l'un l'altro: "Ma lui è... Dev'essere impazzito. E' felice, anche se l'odio, la tracotanza e l'indifferenza hanno reso la sua terra sterile".

Io, però, seguiterò a sorridere, affascinato dall'idea che mi credano pazzo. Semplicemente, quel sorriso intende affermare: 

"Potete distruggere il mio corpo, offuscare il mio orizzonte, ma non riuscirete mai a schiantare la mia anima, né a distrarre il mio cammino".

Questa notte, prima di partire, mi dedicherò alle innumerevoli cose che, per mancanza di tempo e di pazienza, non ho mai messo in ordine. So che, tra di esse, scoprirò ampi frammenti della mia esistenza. Le lettere, i piccoli fogli dipinti, gli appunti ritorneranno alla vita e mi racconteranno storie curiose, buffe e tristi del passato e, forse, vaghe indicazioni sul futuro - particolari del mondo, strade percorse, arrivi e partenze di sconosciuti e di persone care.

Tutto ciò che la mia mano toccherà. ciò che i miei occhi vedranno e la mia bocca assaggerà sarà diverso, pur continuando ad essere sempre uguale.