Zona rossa... Ma senza responsabilità individuale è tutto inutile...

02.03.2021

Da giorni ormai noi, come tante altre testate, abbiamo stiamo rivolgendo un'attenzione particolare all'ingresso del Molise in zona rossa. Da giorni, come è giusto che sia, soprattutto sui social, ognuno commenta come ritiene questa scelta. Molti, soprattutto coloro che hanno subito pesanti restrizioni per la propria attività commerciale, lamentano di non farcela, temono che prima o poi, se va avanti così, potrebbero veder svanire i sacrifici di una vita.

Impazzano poi mème e slogan di reazione, del tipo: "Ma coloro che dicono 'chiudiamo tutto' esattamente che lavoro fanno?".: .. E così via.

D'altro canto continuiamo ad assistere ad un teatrino indecoroso con il quale si cerca di presentare una realtà ben lontana dal vero... ieri abbiamo letto da più parti che il Molise è quarto in Italia nella somministrazione dei vaccini agli over 80... ci verrebbe da dire... "e ci mancherebbe, siamo 4 gatti, dovremmo essere primi con ampio scarto"...

In realtà il rischio reale, se continua così, è quello che questi giorni di zona rossa serviranno solo a mettere in difficoltà commerciati e aziende, senza risolvere nulla! Senza, infatti una vera responsabilità individuale da parte di tutti nel rispetto attento delle regole, tutto sarà perfettamente inutile. 

Fare un giro per le strade cittadine di Venafro questa mattina, ad esempio, (ma non solo di Venafro - domenica scorsa sulle rive di un lago nella nostra provincia, in piena zona arancione, c'era addirittura gente che faceva pic-nic) rende perfettamente l'idea di ciò che stiamo cercando di trasmettere. C'è un tale traffico di automobili e pedonale, con annesso stazionamento davanti alle attività aperte - e spesso senza mascherina - che o Venafro è in Sardegna (e nessuno ce lo ha detto), o siamo entrati in zona bianca miracolosamente... o davvero troppi non hanno capito che "zona rossa" è sinonimo di responsabilità civile.

Siamo tutti d'accordo: la sanità regionale è al collasso. I commissari hanno fatto un pessimo lavoro. La politica ha miseramente fallito (vedasi ad esempio in via del tutto esemplificativa e non esaustiva la gestione delle terapie intensive, nella quale si sono addirittura comunicati a Roma numeri errati)... Ma se da parte di noi cittadini non subentra un pizzico di responsabilità... e di attenzione e rispetto delle regole e di buon senso... tutto sarà veramente inutile.

Andrà tutto bene (forse!) ma dipende da noi.